GSA Senigallia gsa Seniggallia gsa Seniggallia novembre Notizie
  Notizie     
 
Visitatori
Visitatori Correnti : 3
Membri : 0

Per visualizzare la lista degli utenti collegati alla community, devi essere un utente registrato.
Iscriviti
Iscritti
 Utenti: 53
Ultimo iscritto : sfrance
Lista iscritti
Top - Siti web
Benvenuto sul Monte Catria (IT)
Associazione Amici del Centro Ricerche Floristiche (IT)
Le Terre di Frattula (IT)
VivereSenigallia (IT)
60019.it (IT)
Se trovi un libro... (IT)
Enciclopedia online (IT)
Movimento Lento Ciclabile (IT)
La permacultura (IT)
Latte crudo (IT)
infs-acquatici (IT)
Associazione A.R.C.A. (IT)
Versioni
Log in
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:
Eventi
<
Novembre
>
L M M G V S D
-- -- 01 02 03 04 05
06 07 08 09 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 -- -- --

Questa settimana
Statistiche
Wikipedia
Orologio
Modulo Ricerche


IL MOTORE ECOLOGICO

 
nel web  
pagine in italiano
  

Bacheca

IO STO CON
EMERGENCY

GSA sta con emergency
 firma l'appello
 on line


PRONATURA


BANCAETICA


GSA on FACEBOOK


Il rispetto dell'Ambiente
è un gioco molto serio!


fonte:
Stop Consumo Territorio


Sito denuclearizzato

 
Asino sarà lei!
Inserito il 06 maggio 2009 alle 19:59:00 da sauro. IT - La Filosofia della decrescita

Asini in cattedra di Federico Valerio

Premessa: non ridete, la notizia che segue è seria e documentata.

Gli asinelli che, con pazienza , hanno faticato con noi per millenni, per aiutarci a costruire le nostre strade, le nostre citta, le mulattiere, i muri a secco, per trasportare legna e sacchi di patate, stanno tornando a darci una mano ( pardon una zampa).

Ha cominciato Castelbuono, in Provincia di Palermo, dove quattro asinelli

da qualche anno, stanno sostituendo altrettanti furgoni fuori uso per la raccolta dei rifiuti.

E il bello è che stanno facendo la raccolta differenziata porta a porta negli stretti vicoli del centro storico.

Condotti dal loro operatore ecologico, ogni asinello porta ai fianchi due ampie sporte, una per la raccolta dell'indifferenziato e l'altra per la raccolta dell'umido.

Alla base di questa scelta non c'è il folclore, anche se a Castelnuovo si celebra ogni anno la festa dell'asino, ma un banale conto economico: l'acquisto e la gestione di un asinello , al Comune costa molto di meno di un furgone per la raccolta dei rifiuti: 3. 500 euro all'anno, contro 7000 euro all'anno che ci vogliono per assicurazione, bollo e gasolio a cui sono da aggiungere i 30.000 euro necessari per l'acquisto del furgone.

E anche il caso di ricordare che dopo alcuni anni di onorato servizio, ogni asinello mandato in pensione, si può auto-riprodurre a costo nullo e che queste bestiole utilizzano solo fonti di energia rinnovabile ( erba e fieno) e quindi sono meritevoli di ricevere i contributi statali per la lotta ai gas serra.

Ci sono poi i vantaggi ambientali; non solo gli asinelli possono andare dapertutto, ma al contrario degli automezzi, non fanno rumore e non emettono polveri sottili. Certo anche loro producono scarti, ma, ne siamo certi, i loro operatori ecologici sono forniti di paletta e scopa e sono addestrati a raccogliere subito gli scarti "naturali" dei loro "mezzi di trasporto" e a metterli nella sporta dell'umido e , insieme al resto degli scarti biodegradabili prodotti dagli umani di Castelbuono, sono portati all'impianto di compostaggio dove si trasformano in ottimo compost.

Se a Castel buono gli asinelli sono di aiuto agli operatori ecologici, all'altro capo del nostro Paese, a Treviso, stanno avendo un ruolo ancora più geniale: otto asinelli, di proprieta della Provincia son utilizzati come tosaerba ecologici per tenere pulite le scarpate della Postumia Romana. Ogni mattina con un apposito furgone gli asinelli sono portati sul "posto di lavoro", il pezzo di scarpata e di prato da tenere puliti dall'erba, opportunamente recinati con rete elettrica. E il lavoro è quello di brucare a volontà l'erbetta ed evitare che cresca troppo.

Anche in questo caso l'ecologia si sposa all'economia, in quanto ci vogliono 80.000 euro all'anno per gestire ed ammortizzare il costo dei tosaerba necessari per tenere pulite le scarpate sottoposte alle cure degli otto somarelli, contro i 10.000 euro che una apposita delibera assegna al pastore che li ha in custodia e li fa "lavorare".

E a questo punto mi viene una bella idea: gli asinelli operatori ecologici di Castelnuovo, non potrebbero essere adibiti a tosa-erba ecologici durante le loro ore di pranzo?


Letto : 3166 | Torna indietro
 
 © GSA Senigallia novembre  sito realizzato con ASP-Nuke  adattato da Creazione Siti Senigallia  Questa pagina è stata eseguita in 2,185547 secondi.
sito ufficiale dell'associazione senigalliese gruppo società e ambiente Versione stampabile Versione stampabile